L’igiene orale professionale ha come scopo l’eliminazione del tartaro sopra e sottogengivale. Il tartaro può essere definito come un insieme di depositi minerali fortemente adesi ai denti e colonizzati da batteri. L’ igiene orale eseguita dall’igienista dentale laureata utilizza ultrasuoni e curettes ed è consigliata una due volte l’ anno. Compito dell’igienista è anche individuare precocemente i segni della malattia parodontale. La seduta di igiene nel nostro studio prevede:

  1. Istruzioni di igiene orale: l’ igienista educa al corretto uso degli strumenti di igiene (spazzolini, filo interdentale, colluttorio, ecc)
  2. Ablazione del tartaro: consiste nella rimozione meccanica dei depositi di tartaro.
  3. Polishing: consiste nel passare sulle superfici dentali una pasta leggermente abrasiva con la quale vengono rimosse le pigmentazioni esogene di origine alimentare, caffè, fumo, ecc.

Hai bisogno di aiuto? Siamo a disposizione per qualsiasi informazione.

Domande & Risposte

Fare spesso la pulizia dei denti in ambulatorio può rovinare lo smalto?

No fatta da personale specializzato! L’igienista conosce gli strumenti più idonei e soprattutto dove andare a rimuovere la placca e tartaro senza aggredire lo smalto dei denti.

L’ alito cattivo da cosa dipende?

L’ alito cattivo può derivare dalla decomposizione della placca batterica che forma delle sostanze (composti solforati volatili) che vengono emesse dalla cavità orale e che creano cattivo odore. Una scrupolosa e regolare pulizia elimina la causa principale della spiacevole alitosi che può derivare inoltre da patologie extraorali o sistemiche.

I problemi della bocca sono relazionati alle altre parti del corpo?

Da studi fatti sembra proprio così! La placa, lasciata indisturbata per settimane, causa alitosi, carie e gengivite. Le risultanti malattie della cavità orale possono aiutare a scatenare problemi più seri (diabete, parti prematuri, miocarditi, ecc.) gravando inoltre sul sistema immunitario.